IL SELVAGGIO OVEST.

UN’AVVENTURA AUTENTICA IN 4X4

IL VIAGGIO

Il viaggio.

TSINGY BAOBAB E CORALLI.

Cercate un viaggio alla scoperta della parte più autentica e selvaggia del Madagascar?

Volete conoscere un Africa ancestrale e affascinante, popoli antichi e fieri, un mondo ancora non raggiunto dalla modernità?

Lasciatevi sedurre dal selvaggio ovest del Madagascar, la grande terra rossa che accoglie i più maestosi baobab del mondo, che nasconde il capolavoro degli Tsingy di Bemaraha e che protegge la terza più grande barriera corallina al mondo.

Immagini

Immagini.

COSA VEDRETE.

Programma

Programma.

TSINGY BAOBAB E CORALLI.

Due settimane nella regione più genuina e difficilmente raggiungibile dell’isola. L’africa di 100 anni fa vi si presenterà davanti ai vostri occhi in un passato ancora presente. I volti, i paesaggi, le scene di vita richiamano un’Africa ormai scomparsa, un’africa vera che saprà dare vita a momenti imperdibili.

Si comincia attraversando gli altopiani e scendendo verso le grandi pianure; già il secondo giorno entreremo nel regno dei maestosi baobab e ci dedicheremo alla scoperta della foresta spinosa che cresce a Kirindy. 

Poi raggiungeremo Bekopaka. Qui visiteremo il fiume Manambolo all’alba, immersi in un paesaggio d’incanto in mezzo alle nebbie del mattino armati solo della nostra piroga.

Successivamente il patrimonio mondiale dell’UNESCO, la cosa più spettacolare da visitare in Madagascar, gli Tsingy di Bemaraha.

Il tour finisce con un soggiorno mare su quella che è reputata la più bella spiaggia del Madagascar, Ambatomilo dove in un piccolo boutique hotel a gestione italiana passeremo qualche giorno alla scoperta della barriera corallina, delle balene e del popolo dei nomadi del mare, i Vezo.

01. ANTANANARIVO.

Arrivo all’aeroporto di Antananarivo, accoglienza da parte del nostro staff e transfert all’hotel Belvedere situato in pieno centro in cima a una collina panoramica che domina la capitale.

Qui faremo un briefing per conoscere guida e autista che vi accompagneranno lungo tutto il viaggio, decideremo insieme gli orari giorno per giorno e spiegheremo esattamente come si svolgerà tutto il tour.

02. MIANDRIVAZO.

Giorno di spostamento per la città di Miandrivazo.

Otto ore di strada che ci riporteranno sugli altopiani tra colline e splendide risaie, soffermandoci spesso ad ammirare la laboriosità delle popolazioni degli altipiani e la vita rurale che circonda l’itinerario.

Ci fermeremo a metà percorso nella città termale di Antsirabe per pranzare e poi proseguiremo scendendo verso le grandi pianure dell’ovest.

Arrivo nel pomeriggio a Miandrivazo, tranquilla cittadina situata ai bordi dello Tsiribihina, fiume che attraverseremo poi per raggiungere gli Tsingy.

Pernottamento e cena  al nuovissimo hotel Eden de la Tsiribihina.

03. KIRINDY.

Eccoci nel vivo del nostro viaggio. Lasciata Miandrivazo e inoltratici nelle immense pianure della regione iniziamo a incontrare i maestosi Baobab, i veri re di questa regione.

Il panorama è già molto cambiato rispetto agli altopiani e le colline verdi hanno lasciato il posto a un nuovo paesaggio più brullo e arido.

Raggiungiamo la città costiera di Morondava per pranzare in un tipico ristorante sulla spiaggia che fa dell’ottimo pesce e successivamente raggiungiamo la foresta di Kirindy, passando per la prima volta attraverso il viale dei baobab.

Qui con l aiuto di torce entreremo nella foresta di Kirindy al calar della notte e sotto un cielo stellato tipicamente africano, passeremo un buon momento alla scoperta della vita notturna che anima questa zona protetta.

Cena e pernottamento al Relais di Kirindy.

04. TSINGY.

Al mattino visiteremo il parco di kirindy alla ricerca dei suoi lemuri ma soprattutto alla ricerca del fossa, il più grande carnivoro del Madagascar; poi riprendiamo la pista fino ad arrivare dopo circa 3 ore all’imbarcadero di Belo sur Tsiribihina dove attraverseremo uno dei più grandi fiumi della costa ovest del Madagascar grazie a una chiatta a motore. L’attraversamento del fiume dura circa mezz’ora e sull’altra sponda ci fermeremo a pranzare in città.
Dopo pranzo la pista peggiora e arriveremo dopo circa quattro ore di strada al fiume Manambolo dove ci attenderà un’altra chiatta per l ‘attraversamento.
Pernottamento e cena all’hotel Olympe de Bemaraha

05. TSINGY.

Sveglia prima dell’alba per approfittare della magia delle nebbie che si alzano dal fiume Manambolo. Con una piroga tradizionale scavata in un tronco ci inoltreremo nelle gole di questo fiume in un’atmosfera magica: qui osserveremo coccodrilli, lemuri, grotte e fantastiche costruzioni create dalla natura e dall’erosione.

Successivamente entriamo nei piccoli Tsingy, un’ area di un centinaio di miglia di ettari che da rifugio a una fauna e una flora endemiche che non esistono altrove.

Nei canyon creati dagli agenti atmosferici vivono centinaia di specie uniche di animali, uccelli rettili e piante. E lo spettacolo dei pinnacoli e delle gole che attraverserete in tutta sicurezza vi farà apprezzare una delle formazioni naturali più strane del mondo.

Torneremo nel primo pomeriggio all’hotel per un paio d’ore di meritato riposo ai bordi della piscina ammirando il tramonto sulla foresta.

06. TSINGY.

Se il giorno precedente il paesaggio era già spettacolare, quest’oggi superiamo ogni aspettativa e visitiamo i grandi tsingy di Bemaraha.

Qui l’attività carsica ha creato un mondo lunare che vi lascerà esterrefatti: immensi pinnacoli di decine di metri d’altezza, gole che si aprono improvvisamente, canyon dalle forme bizzarre: il circuito è sicuramente impegnativo ma in piena sicurezza: scalette, ponti tibetani e corrimani vi permetteranno di accedere a questo mondo altrimenti irraggiungibile. Sicuramente impegnativo ma alla portata di tutti.

I punti di osservazione sul paesaggio sono numerosi, le piccole oasi fra le rocce sveleranno una natura che cresce nel mezzo di un paesaggio lunare e inospitale.

07. MORONDAVA.

Riprenderemo la pista per il ritorno alla città di Morondava e approfitteremo verso la fine sia per ammirare i baobab innamorati che per gustarci il momento magico del tramonto al viale dei baobab. Pernottamento e cena all’hotel Kimony

08. MANJA.

Ci inoltriamo nell’estremo ovest, posto ancora non toccato dal turismo su una pista in terra orlata da villaggi remoti e ancora non assolutamente sviluppati, un’occasione per entrare in contatto con popolazioni che vivono ancora in un’era molto lontana. Guadi di fiumi, pista in terra e in sabbia e inesistente accesso telefonico faranno parte di questi due giorni di transfert in mezzo al nulla; un certo spirito di adattamento è richiesto per questi due giorni.
Cena e pernottamento nello spartano hotel Kanto

9 10 11 12. MAMIRANO.

Tre giorni di mare per poter conoscere da vicino l’ultima tribù di pescatori nomadi al mondo, i vezo. Possibilità di snorkeling e immersioni e giri in quad

13. VOLO.

Transfer all’aeroporto di Tulear, volo interno per Antananarivo e coincidenza con il volo per l’Italia.

Servizi

Servizi.

COSA E’ COMPRESO.

VEICOLO CON AUTISTA E CARBURANTE
HOTEL IN MEZZA PENSIONE
TOUR LEADER PARLANTE ITALIANO
INGRESSI AI PARCHI E GUIDE

COSA NON E’ COMPRESO.

VOLI
PRANZI
BEVANDE E MANCE
Clienti

Camera doppia

Camera singola

Clienti.

MYMADAGASCAR.

MyMadagascar da anni è il tour operator italiano leader nei tour nella grande isola.
Specializzato in viaggi esperienziali che fanno conoscere le popolazioni e la natura locale evita per scelta il turismo di massa e qualsiasi forma di turismo non sostenibile.

https://www.tripadvisor.it/Attraction_Review-g293809-d10378903-Reviews-My_Madagascar-Antananarivo_Antananarivo_Province.html

“Difficilmente dimenticheremo i colori ,i profumi , i suoni e l’accoglienza del popolo malgascio. Grazie a mymadagascar abbiamo vissuto emozioni indimenticabili e giorno dopo giorno ci siamo sempre più innamorati della splendida terra rossa..”

elyluly

“Posso esprimere solo opinioni positive per questa agenzia. In primis per il modo in cui dall’Italia siamo riusciti ad organizzare al meglio il nostro viaggio grazie ai consigli utilissimi di Tahiry che ha capito perfettamente le nostre esigenze e ci ha aiutato a creare il nostro viaggio su misura facendoci capire effettivamente cosa fosse fattibile o meno. Arrivarti in Madagascar ci hanno accolto Carlo (la Guida) e Lanto (l’autista) che ci hanno accompagnato per l’intero viaggio alla scoperta di questa terra magica.
Una Guida certificata, molto formata (conosce 4 lingue e tutti i dialetti locali) ed inoltre molto simpatica ci ha permesso di conoscere il popolo e le tradizioni malgasce in tutte le sue sfaccettature. Tutto il viaggio organizzato nei minimi dettagli e alla perfezione. Alloggi scelti dall’agenzia belli, puliti, confortevoli e con ottima cucina. Inoltre devo fare i complimenti all’autista Lanto che con la sua capacità e professionalità è stato in grado di farci viaggiare comodi nonostante in Madagascar le “strade” siano veri sterrati da rally. Che dire…. Complimenti!!!”

Fabio

“Che dire…. Ho scritto tanto su questo viaggio nel mio diario di bordo, in tempo reale. Ma forse solo ora, rientrata da due giorni, ripensando a queste tre settimane, riesco davvero a rendermi conto di che meravigliosa avventura sia stata.
Il viaggio più emozionante della mia vita,
non solo perché si è trattato del mio viaggio di nozze, non solo per i luoghi indubbiamente splendidi che abbiamo visitato, ma per quanto sia stato arricchente da tutti i punti di vista: tanti viaggi in un solo viaggio, tanti spunti su cui riflettere, tante immagini, suoni, colori e profumi.
Per chi poi si interessa di fotografia, a qualsiasi livello, il Madagascar offre tantissimo: l’aspetto paesaggistico, quello culturale e antropologico, nonché flora e faune uniche al mondo.
Mai nella vita, in sole tre settimane, mi era capitato di passare tra foreste pluviali e spinose, risaie, città, villaggi, altipiani, grotte, fiumi, spiagge, deserti, isole…tutto ciò entrando anche in contatto con le popolazioni locali: un sorriso, una foto, una carezza, un pezzo di manioca, una caramella, un quaderno, una risata, un girotondo..ogni scambio, per quanto piccolo, è stato significativo e commovente.
Per concludere, non posso non sottolineare quanto i miei meravigliosi compagni di viaggio abbiano reso questa esperienza ancora più unica e speciale: se da un lato è vero che spesso, per affinità elettive, coloro che si interessano a questo modo di viaggiare è probabile che si ritrovino in sintonia, dall’altro credo che sia un regalo immenso trovare un gruppo come quello con cui ho avuto la fortuna di condividere questo pezzetto di vita.
Questa avventura ci ha uniti, ha creato amicizie speciali e ha gettato le basi per probabili viaggi futuri…🤗”

Stefy

MAGGIORI INFORMAZIONI

Contatto.

CHIEDI PURE.

Siamo a tua disposizione per informazioni e maggiori chiarimenti .