Tour di due settimane nel Sud del Madagascar

PARCHI POPOLI E CULTURE

IL VIAGGIO

Il viaggio.

UN CALEIDOSCOPIO DI POPOLI CULTURE E NATURA.

Un circuito che vi presenterà ogni più piccola sfaccettatura di questo immenso paese: attraverseremo più di una decina di popolazioni diverse, dagli agricoltori esperti in terrazzamento, ai pastori nomadi, agli artigiani del legno, i popoli che vivono nella foresta dell’est, i nomadi di mare. E allo stesso tempo passeremo dalla foresta tropicale umida al deserto, incrociando savane, foreste spinose, parchi di altitudine, dolci colline….

Questo è il viaggio ideale per chi vuole conoscere il più possibile del paese in due settimane di tour. Rimarrete estasiati dal trovarvi ogni giorno in un mondo nuovo, diverso da quello del giorno precedente.

Un tour itinerante che alterna natura e cultura, che va incontro alle persone ma non dimentica gli aspetti naturalistici.

Il viaggio può poi proseguire con un estensione mare, sia sulle spiagge della costa Vezo, la terza barriera corallina al mondo per dimensione, sia nella conosciuta Nosy be e negli arcipelaghi vicini.

IMPORTANTE: questo viaggio è privato e non di gruppo, viene organizzato sulla base dei vostri voli intercontinentali  ed è personalizzabile secondo le vostre richieste; durata, hotel e relativi servizi, presenza di guida parlante italiano… Ogni singolo aspetto dei viaggio può essere creato su misura per voi.

Immagini

Immagini.

COSA VEDRETE.

Programma

Programma.

UN VIAGGIO TRA IL VERDE DELLA FORESTA E IL BLU DEL MARE.

Un viaggio per scoprire tutti possibili ecosistemi dell’isola e gran parte delle sue popolazioni.

Inizieremo con la foresta tropicale, la sua vegetazione e i suoi animali, soprattutto lemuri e camaleonti. Visiteremo i villaggi dei Bezanozano, il popolo dalle lunghe trecce.

Successivamente spazio alla popolazione dei Merina, la popolazione della regione della capitale, esperti agricoltori e artigiani.

In seguito l’esperienza del treno della foresta e della piroga sul canale del Pangalanes.

Per poi tornare ai grandi parchi: Anja, Andringitra, Isalo.

Il tour termina a Tulear, sulla costa Vezo, Città portuale al centro della terza barriera corallina più estesa al mondo e regione dell’ultima popolazione esistente di nomadi di mare: qui oltre alle splendide spiagge potremo conoscere l’ecosistema della foresta spinosa dei baobab.

01. ANTANANARIVO.

Arrivo all’aeroporto di Antananarivo accoglienza e transfert privato in direzione hotel Belvedere.
Sarete accolti da uno staff cordiale e premuroso, mentre le valigie vengono scaricate dal pulmino potremmo sorseggiare una tipica bevanda ammirando la vista sulla città dalle terrazze di questo Hotel.

Briefing a cena con la guida che vi accompagnerà durante tutto il tour per organizzare al meglio gli orari delle vostre giornate e rispondere alle domande riguardo ogni singola tappa.

02. ANDASIBE.

Partenza in mattinata in direzione est, verso l’oceano indiano; appena dopo l’uscita dalla capitale boschi e risaie si susseguono in un panorama tipico degli altopiani del Madagascar.

Dopo appena un centinaio di chilometri, la prima sosta alla ferme Peyrieras; si tratta del luogo dove un importantissimo naturalista francese studiò e scoprì innumerevoli specie animali; accompagnati da una guida locale potrete conoscere l’interessantissima fauna delle foreste umide dell’est dell’isola: centinaia di camaleonti anche rarissimi, decine di gechi di diverse fogge, coccodrilli e farfalle. Questo è il luogo dove potrete vedere da vicino , anzi tenere in mano specie di animali che in natura sono rari e spesso difficili da vedere: il posto ideale per le vostre foto ai piccoli animali del Madagascar.

Dopo pranzo andiamo invece a conoscere da vicino i primi lemuri: l’isola dei lemuri di Vakona è un luogo di reintroduzione di specie che erano in cattività: prendiamo delle piccole piroghe per raggiungere l’isola dove fin da subito i primi curiosi lemuri ci raggiungeranno alla ricerca di banane: non essendosi ancora inselvatichiti non hanno problemi a venirci sulle spalle e farsi toccare: l’emozione di scoprire la loro leggerezza, di toccare i loro palmi così simili ai nostri è un’esperienza unica.

All’imbrunire una passeggiata nella foresta per scoprire la ricca vita notturna: lemuri della famiglia dei microcebi, i più piccoli primati al mondo, rane, gechi e tantissimi camaleonti.

Cena e pernottamento in comodi bungalows al Mantadia Lodge, simpatico hotel immerso nella foresta di Andasibe con uno splendido patio a ridosso della foresta per poter osservare gli animali anche sorseggiando qualcosa.

03. ANDASIBE.

Svegliati dalle urla degli Indri, i più grandi lemuri al mondo, che vivono a ridosso del nostro hotel cominciamo una giornata all’insegna della scoperta della foresta umida.

In mattinata un circuito di 3 o 4 ore pianeggiante con ottimi sentieri nella riserva speciale di Analamazoatra per osservare da pochi metri Indri e altre specie di lemuri.

Nel pomeriggio alla scoperta invece di un’altra parte del parco di Andasibe, visitando una riserva curata direttamente dalla comunità locale; i proventi della visita andranno direttamente ad aiutare progetti per gli abitanti del villaggio stesso.

Cena e pernottamento all’hotel Mantadia Lodge.

04. ANTSIRABE.

Giorno di spostamento per la città di Antsirabe.
Sei ore di strada che ci riporteranno sugli altopiani tra colline e splendide risaie, soffermandoci spesso ad ammirare la laboriosità delle popolazioni degli altipiani e la vita rurale che circonda l’itinerario.
Nel pomeriggio visita della città coloniale di Antsirabe, il suo centro storico, i suoi mercati, i suoi artigiani.
Pernottamento e cena all’hotel Royal Palace

05. ANTSIRABE.

Ci spostiamo verso la storica capitale della regione, Betafo, punto di incontro tra le popolazioni della costa ovest e degli altopiani.

Qui ammireremo le grandi risaie a terrazza costruite più di un secolo fa, assaporeremo momenti di vita bucolica, condividendo momenti di lavoro nei campi e la quotidianità dei villaggi.

Visiteremo inoltre i laghi vulcanici che sono l’attrazione turistica della regione e che nascondono antiche leggende e tabù ancora validi.

Una giornata dedicata agli altopiani, alla popolazione merina e ai suoi calmi ritmi di vita.

06. SAHAMBAVY.

Dopo una ricca colazione ricominciamo il viaggio: appena usciti dalla città arriveremo ai piedi del massiccio di Ibity, una delle montagne più alte di tutto il Madagascar alle cui pendici scorre il fiume Manandona che crea uno spettacolare patchwork di risaie e orti coltivati.

Raggiungiamo la città di Ambositra, centro di scambio multietnico dove possiamo ammirare il lavoro su legno degli artigiani Zafimaniry, eletti patrimonio dell’umanità dell’Unesco per la loro arte e la storia che portano con loro.

Pranzeremo in un caratteristico ristorante locale con canti e danze in costume che allieteranno il nostro pasto.

Nel pomeriggio entreremo sempre più nella parte verde e tropicale del Madagascar, arrivando nella caratteristica cittadina di Sahambavy, dedicata alla coltivazione del the. Ammireremo il tramonto in mezzo a queste dolci colline tutte coltivate e dormiremo in un posto da sogno: il Lac hotel, in caratteristici bungalows su palafitta.

07. MANAKARA.

Oggi è la giornata che passeremo in treno: a pochi metri dal nostro hotel sorge la stazione di questa mitica linea ferroviaria: la FCE.

Il treno, comunemente chiamato il treno della foresta, attraversa in effetti il corridoio foresteriero di Ranomafana, foresta primaria di importanza mondiale.

Costruita a inizio secolo scorso durante la colonizzazione francese, la linea si sviluppa su 160 km circa congiungendo la città di Fianarantosa sugli altopiani alla città costiera di Manakara.

Tra le due città ci sono 15 stazioni, la maggior parte delle quali mettono in comunicazione villaggi che non avrebbero altre vie di comunicazioni a parte attraversare a piedi la foresta.

Questi villaggi vivono grazie a questa ferrovia che permette loro di poter esportare spezie, caffè e frutti e poter importare riso e altri bene che non crescono in mezzo alla foresta.

Vi troverete una festa a ogni stazione visto che l’arrivo del treno due volte a settimana è il momento più importante della vita di queste piccole comunità.

La prima metà del tragetto sarà tra foreste e montagne con ponti e tunnel a permettere il passaggio; successivamente, una volta scesi dall’altopiano il panorama cambierà e inizieranno i panormani tipici della costa est.

Arrivo previsto nel primo pomergiggio dove troverete la nostra macchina ad aspettarvi davanti alla stazione per poi accompagnarvi all’hotel con bungalows a pochi metri dall’oceano indiano.

08. MANAKARA.

Visita del canale di Pangalanes in piroga tra piantagioni di spezie e olii essenziali.

Una giornata di relax su una piccola barca coperta spinta dalla forza dei rematori e della guida che vi accompagneranno lungo questo canale.

Raggiungeremo un piccolo villaggio di pescatori a sud  di Manakara, un villaggio di persone accoglienti e sempre sorridenti.

Assisteremo al rientro delle piroghe, scavate semplicemente nei tronchi e senza bilanciere, piroghe con cui i pescatori sfidano ogni giorno il pericoloso oceano indiano.

Pranzo a base di aragosta assieme ai pescatori su una spiaggia sotto l’ombra di palme e filaos.

Ritorno all’hotel nel pomeriggio.

09. AMBALAVAO.

Riprendiamo la strada per tornare sugli altopiani. Attraverseremo enormi spazi deserti, dolci colline, piccoli villaggi di capanne di paglia rimasti a una antichità ancora esistente.

Raggiungeremo per pranzo la città di Fianarantsoa, letteralmente il posto in cui si impara il bene.

Qui insieme a una preparatissima guida locale visiteremo il centro storico, il più antico del Madagascar e le sue innumerevoli chiese.

Ritroveremo architetture simili a quelle dei piccoli centri storici appenninici, e ascolteremo la storia del popolo Betsileo.

Successivamente riprenderemo la strada in direzione di Ambalavao e qui scopriremo le donne che creano la seta selvatica con i bachi da seta trovati nella foresta.

Un lavoro di filatura a mano e tessitura su telai in legno che appartiene al nostro medioevo.

Qui dormiremo ai piedi del massiccio delle tre sorelle, un massiccio granitico dominato da enormi rocce cadute nel tempo e piccole grotte, ma soprattutto il santuario del lemure più rappresentativo del Madagascar, il catta.

Cena e pernottamento al Betsileo Country Lodge.

10. PARCO ANJA.

La giornata è dedicata alla valle di Ambalavao e al parco di Anja.

Faremo una passeggiata, accompagnati da una simpatica guida locale tra i villaggi degli agricoltori Betsileo; circondati da moltissimi bambini sorridenti entreremo nei villaggi che costeggiano il fiume per osservare la vita della campagna del Madagascar. Scorci di lenta vita dei campi, zebù e anatre, uomini al lavoro nelle risaie; un mondo medioevale ma allo stesso tempo contemporaneo che ammalierà l’attento viaggiatore.
A fine passeggiata ci inoltreremo nel parco di Anja, una foresta che racchiude una delle più importanti comunità di lemuri catta, i simpatici lemuri con la coda ad anelli. In questa piccola valle incastrata tra imponenti massicci rocciosi che dominano il paesaggio, centinaia di questi lemuri hanno trovato rifugio e li si potrà osservare veramente da vicino.

Finita l’escursione lasciamo quindi Ambalavao per inoltrarci all’interno del parco di Andringitra.

Ci allontaneremo dalla strada asfaltata entrando nella fantastica valle del Tsaranoro, un massiccio granito che richiama el Capitain del parco californiano di Yosemite.

Soggiorneremo in simpatici bungalows alle pendici del massiccio.

11. ANDRINGITRA.

La giornata è dedicata alla valle del Tsaranoro

Cena e pernottamento al Relais de la Reine

12. ISALO.

Il giorno del parco più bello del Madagascar è arrivato.
Intera giornata di trekking tra le gole e i canyon del parco dell’Isalo, dove tra le rocce appaiono all’improvviso splendide piscine naturali e cascate dove poter fare il bagno.

Il panorama ricorda il Colorado con savane e montagne erose dagli elementi naturali.

Pernottamento e cena all’hotel Relais de la Reine.

13. TULEAR.

Partenza al mattino presto per raggiungere dopo pochi kilometri la cittadina di Ilakaka, quest’angolo di Far west contemporaneo che in pochissimi anni è sorto dal nullo spinto dall’economia della più grande miniera di zaffiri al mondo. Visiteremo gli uomini al lavoro nelle immense voragini scavate a mano, le perforazioni a decine di metri sotto terra che servono da sondaggi per scoprire nuovi depositi, i mercati in cui si scambiano i grezzi e la vivace cittadina che è cresciuta tutto intorno a questo tesoro.

Lasciata Ilakaka vedremo i primi giganteschi baobab, le piante che forse più rappresentano il Madagascar e ci inoltreremo nel semidesertico sud.

Raggiungiamo la costa del canale di Mozambico e incrociamo il tropico del capricorno: prima di pranzo ammireremo le centinaia di piroghe tradizionali a bilanciere che tornano dalla giornata di pesca alla barriera corallina.

Nel pomeriggio invece visiteremo il parco di Reniala, il parco dei baobab a bottiglia, specie che cresce solo in questo angolo di mondo, e che caratterizza questa foresta spinosa, una densa foresta che cresce sulla sabbia del deserto.

Poi ci dirigeremo verso lo splendido hotel Bakuba, piccola perla di design e accoglienza.

14. TULEAR.

Giornata di relax e scoperta della costa; raggiungiamo la penisola di Sarodrano; qui con una piroga a bilanciere usciremo in direzione dell’isola di Nosy ve, piccolo gioiello protetto dai coralli con sabbia bianchissima e mare smeraldo.

Qui potremo fare snorkeling nella barriera, goderci la spiaggia bianca e disabitata e fare un pic-nic di grigliate di pesce proprio di fronte al mare.

Nel pomeriggio ritorneremo verso l’hotel Residence Eco Lodge.

Il viaggio a questo punto si conclude o con un volo interno da Tulear a Antananarivo e coincidenza per l’Italia oppure aggiungendo un’estensione mare; questa può essere fatta in loco visto che sarete già nella regione con la terza più grande barriera corallina al mondo e che ospita le migliori spiagge dell’isola.

Ma potrete anche allungare le vostre vacanze con un soggiorno mare a Nosy be e nel suo arcipelago.

Servizi

Servizi.

COSA E’ COMPRESO.

VEICOLO 4X4 CON AUTISTA E CARBURANTE
HOTEL IN MEZZA PENSIONE
TOUR LEADER PARLANTE ITALIANO
INGRESSI AI PARCHI E GUIDE

COSA NON E’ COMPRESO.

VOLI
PRANZI
BEVANDE E MANCE
Clienti

Clienti.

MYMADAGASCAR.

MyMadagascar da anni è il tour operator italiano leader nei tour nella grande isola.
Specializzato in viaggi esperienziali che fanno conoscere le popolazioni e la natura locale evita per scelta il turismo di massa e qualsiasi forma di turismo non sostenibile.

https://www.tripadvisor.it/Attraction_Review-g293809-d10378903-Reviews-My_Madagascar-Antananarivo_Antananarivo_Province.html

“Difficilmente dimenticheremo i colori ,i profumi , i suoni e l’accoglienza del popolo malgascio. Grazie a mymadagascar abbiamo vissuto emozioni indimenticabili e giorno dopo giorno ci siamo sempre più innamorati della splendida terra rossa..”

elyluly

“Posso esprimere solo opinioni positive per questa agenzia. In primis per il modo in cui dall’Italia siamo riusciti ad organizzare al meglio il nostro viaggio grazie ai consigli utilissimi di Tahiry che ha capito perfettamente le nostre esigenze e ci ha aiutato a creare il nostro viaggio su misura facendoci capire effettivamente cosa fosse fattibile o meno. Arrivarti in Madagascar ci hanno accolto Carlo (la Guida) e Lanto (l’autista) che ci hanno accompagnato per l’intero viaggio alla scoperta di questa terra magica.
Una Guida certificata, molto formata (conosce 4 lingue e tutti i dialetti locali) ed inoltre molto simpatica ci ha permesso di conoscere il popolo e le tradizioni malgasce in tutte le sue sfaccettature. Tutto il viaggio organizzato nei minimi dettagli e alla perfezione. Alloggi scelti dall’agenzia belli, puliti, confortevoli e con ottima cucina. Inoltre devo fare i complimenti all’autista Lanto che con la sua capacità e professionalità è stato in grado di farci viaggiare comodi nonostante in Madagascar le “strade” siano veri sterrati da rally. Che dire…. Complimenti!!!”

Fabio

“Che dire…. Ho scritto tanto su questo viaggio nel mio diario di bordo, in tempo reale. Ma forse solo ora, rientrata da due giorni, ripensando a queste tre settimane, riesco davvero a rendermi conto di che meravigliosa avventura sia stata.
Il viaggio più emozionante della mia vita,
non solo perché si è trattato del mio viaggio di nozze, non solo per i luoghi indubbiamente splendidi che abbiamo visitato, ma per quanto sia stato arricchente da tutti i punti di vista: tanti viaggi in un solo viaggio, tanti spunti su cui riflettere, tante immagini, suoni, colori e profumi.
Per chi poi si interessa di fotografia, a qualsiasi livello, il Madagascar offre tantissimo: l’aspetto paesaggistico, quello culturale e antropologico, nonché flora e faune uniche al mondo.
Mai nella vita, in sole tre settimane, mi era capitato di passare tra foreste pluviali e spinose, risaie, città, villaggi, altipiani, grotte, fiumi, spiagge, deserti, isole…tutto ciò entrando anche in contatto con le popolazioni locali: un sorriso, una foto, una carezza, un pezzo di manioca, una caramella, un quaderno, una risata, un girotondo..ogni scambio, per quanto piccolo, è stato significativo e commovente.
Per concludere, non posso non sottolineare quanto i miei meravigliosi compagni di viaggio abbiano reso questa esperienza ancora più unica e speciale: se da un lato è vero che spesso, per affinità elettive, coloro che si interessano a questo modo di viaggiare è probabile che si ritrovino in sintonia, dall’altro credo che sia un regalo immenso trovare un gruppo come quello con cui ho avuto la fortuna di condividere questo pezzetto di vita.
Questa avventura ci ha uniti, ha creato amicizie speciali e ha gettato le basi per probabili viaggi futuri…🤗”

Stefy

MAGGIORI INFORMAZIONI

Contatto.

CHIEDI PURE.

Siamo a tua disposizione per informazioni e maggiori chiarimenti .